Museo Etnografico "Beniamino Tartaglia" di Aquilonia

Boscaiolo

Svolgeva la sua attività in collina o in montagna, dovunque esistessero boschi cedui non ancora tagliati per far posto a terreni da coltivare.
In autunno, in fase di luna calante (per evitare il rischio di tarlatura del legno), con grandi seghe da manovrare in due e con accette abbatteva vecchi alberi precedentemente individuati e selezionati.
Procedeva, poi a diramarli e ad appezzarli in tronchi da ardere, che a dorso di mulo trasferiva in luoghi piú accessibili ai compratori o direttamente in paese.
Oltre alla legna per stufe e focolari, produceva traverse per binari ferroviari, tavoloni per falegnami, scale, travi per copertura di abitazioni, impalcature e carpenteria.

 

Museo di Aquilonia