Museo Etnografico "Beniamino Tartaglia" di Aquilonia

Bottaio

Costruiva e riparava recipienti in legno di varie forme e dimensioni, destinati a contenere liquidi o aridi.
Se essi erano troppo grandi e difficili da trasportare o se la porta d’accesso dei vani in cui dovevano essere collocati non ne consentiva il passaggio, il bottaio li smontava, ne numerava i pezzi, li trasferiva e li rimontava, di solito su sostegni di legno o in muratura.
La materia prima, di cui si riforniva per tempo, era costituita da tronchi senza nodi, di castagno, quercia , rovere, orno, gelso e robinia (per vino bianco), tagliati in fase di luna calante, il che garantiva robustezza e lunga durata oltre che dal rischio di far tarli o marcire. Rami di salice e nocciòlo o piattine di ferro servivano per confezionare i cerchi di tenuta.

 

Museo di Aquilonia