Museo Etnografico "Beniamino Tartaglia" di Aquilonia

Contafrottole

Loquace, non privo di intelligenza, fornito di un ampio repertorio di barzellette, racconti veri o inventati, frequentava, di sera e nei giorni festivi, bettole, aie e masserie, insomma tutti quei luoghi in cui poteva disporre di persone che gli prestassero attenzione.
Il pubblico era costituito da bambini, giovani ed adulti, maschi e femmine, che si incantavano, si commuovevano, sognavano o ridevano per le sue esibizioni mimiche e verbali.
In cambio, riceveva del cibo e/o qualche bicchiere di vino.

 

Museo di Aquilonia