Museo Etnografico "Beniamino Tartaglia" di Aquilonia

Sellaro

Realizzava e riparava finimenti e guarnimenti per i tanti animali da tiro o da soma, che, utilizzando al meglio le loro potenziali energie, riuscivano ad aumentare la loro produttività. Si recava anche presso le abitazioni dei clienti piú ricchi o le masserie, quando c’era da sistemare il corredo di equini e bovini.
I materiali che trasformava ed utilizzava erano il legno, il cuoio, la tela, la paglia, lo spago, le bacchette di ferro o di ottone per ganci e cerchietti e le borchie prestampate in metallo.
Produceva basti per il trasporto di pesi di qualsiasi natura a dorso di equini; selle di fattura e valore diversi, collari per il tiro, bilancini e catene, di aratri, erpici, slitte, carri di vario tipo e attrezzi in pietra o ferro per la trebbiatura.

 

Museo di Aquilonia