Museo Etnografico "Beniamino Tartaglia" di Aquilonia

Tessitrice

Operante in tutti i centri abitati, anche i piú piccoli, tesseva fili e fibre di natura animale e vegetale, realizzando su un telaio di legno soprattutto coperte di lana, solide, calde e generalmente di colore rosso.
Le materie tessili che utilizzava, oltre alla lana, erano la canapa, il lino, la iuta, il cotone e la seta.
Produceva tessuti a una o due facce, ma soprattutto coperte e tela per sacchi per cereali, per farine e per coperte da usare nei lavori agricoli, specie durante i vari raccolti.

 

Museo di Aquilonia