Museo Etnografico "Beniamino Tartaglia" di Aquilonia

Materassaio

Confezionava materassi per famiglie non del tutto povere (le altre vi provvedevano direttamente, in maniera rudimentale, spesso con paglia, sfoglie di pannocchie di granoturco, maglioni vecchi, stracci e pezze), o in una propria modesta bottega o, recandovisi con gli attrezzi necessari, presso le abitazioni dei clienti, che fornivano la materia prima: la lana e, qualche volta, crine, piume di galline, anatre ed oche; nonché la tela di due colori, a strisce bianche e blu o marrone.
Gli strumenti di cui si serviva erano il cardalana; un graticcio di canne o tavolaccio sorretto da due cavalletti; forbici; aghi di notevole diametro, curvi e diritti; spago; filo doppio.
Produceva materassi di lana o di crine, guanciali di lana, crine e piume di galline, anatre ed oche; piumini e piumoni (mand).

 

Museo di Aquilonia